Come coltivare lo zenzero in 5 minuti

come coltivare lo zenzero

Come coltivare lo zenzero?  E’ alla portata di tutti: sia in vaso, sia in orti e giardini, la pianta di origine tropicale si adatta facilmente al terreno e, con alcune attenzioni, riesce a dare velocemente ottimi risultati.

Lo zenzero, noto come Zingiber officinale fu scoperto nel 1807 e appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae (tra queste, c’è anche il cardamomo): una famiglia di spezie e di fiori dall’elegante profumo, che si usano anche a scopo alimentare (il pan di zenzero, per esempio). Ecco cosa fare per coltivare lo zenzero sia in vaso che in orto.

Coltivare zenzero in vaso

Lo zenzero cresce in altezza, ma le radici non vanno oltre i 10 centimetri: per piantare lo zenzero, utilizza un vaso che abbia almeno un diametro di 30 centrimetri. Un vaso più grande può contenere fino a tre piante, distanziate tra loro abbastanza per crescere.

Lo zenzero si coltiva usando i rizomi, cioè pezzi di radici, che si inseriscono direttamente nel terriccio del vaso. I rizomi migliori presentano già delle piccole gemme e si possono coltivare dopo una notte di ammollo. Prepara quindi una bacinella piena d’acqua e immergi il rizoma. Attendi il mattino per piantare il tuo zenzero. Il terriccio deve essere:

  • Molto ricco. I risultati migliori si ottengono se riempi metà vaso con il terriccio e con il compost ad hoc.
  • Acido. Per controllare il pH del terriccio ci sono i kit pronti. Lo zenzero è una pianta tropicale e le zone più fredde possono creare problemi alla tua coltivazione.
  • Con un po’ di argilla. Serve a mantenere il microclima della pianta e ti permette di usare un vaso in plastica per coltivare lo zenzero. Se devi acquistare il vaso, preferisci uno già in argilla.

Il periodo migliore per coltivare lo zenzero è tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera. Annaffia ogni sera la pianta di zenzero con pochissima acqua, per evitare aggressioni da parte degli insetti.

Quando fa freddo, evita di innaffiare, ma proteggi lo zenzero con uno strato di pacciame, che fa da repellente naturale. Puoi anche tenere la pianta all’interno se la temperatura arriva intorno ai 15 gradi all’esterno. La temperatura esterna ideale per germogliare è tra i 22 e i 25 gradi, per questo si consiglia l’inizio della primavera come periodo ideale. Scegli una zona riparata, dove il sole non sia mai diretto. La radice va piantata a 10 centimetri di profondità nel terriccio che avrai preparato.

Per un risultato migliore, ogni mese dai un’occhiata alla pianta e concima il terreno con il fertilizzante giusto. Dopo quattro mesi da quando hai iniziato a piantare lo zenzero, puoi tagliare alcuni pezzi della radice cresciuta, avendo prima cura di avere un coltello ben pulito e tutti gli strumenti per sanare la ferita, evitando così le infezioni.

I rizomi per iniziare a coltivare lo zenzero sono disponibili nei negozi dedicati al giardinaggio. Ricorda che puoi raccogliere lo zenzero quando vedi che la pianta è ormai cresciuta e le foglie cominciano a perdere vigore. Eventuali fiori vanno tolti, in modo che non tolgano nutrimento alla radice.

In orto

Se il tuo terreno è abbastanza fertile, puoi decidere di coltivare lo zenzero in orto. Tieni in conto che lo zenzero apprezza un terreno ricco di letame e che le radici migliori per la coltivazione sono quelle fresche, appena tagliate. Se coltivi anche delle patate nel tuo orto, sappi che le esigenze dello zenzero come terreno sono abbastanza simili: procurati solo un tessuto non tessuto se dovesse arrivare il freddo, altrimenti rischi che lo zenzero non attecchisca bene.

Dove si usa

Lo zenzero si può usare sia per insaporire delle ricette, sia per tisane e salse. L’esempio più classico sono i biscotti in pan di zenzero quando arriva Natale: basta aggiungerne un pizzico nell’impasto prima di informare i biscotti.

In alternativa, lo zenzero si usa per insaporire il sugo delle lenticchie. Basta riduerre lo zenzero in polvere per inserirne pochissimo nell’acqua di bollitura delle lenticchie, oppure per dare un tocco in più al curry. Da solo, lo zenzero si usa per tisane contro l’influenza e il mal di gola, oppure per punch e ginger drink.

Come piantare lo zenzero in 5 minuti

Ricerche correlate:

Come coltivare lo zenzero?  E' alla portata di tutti: sia in vaso, sia in orti e giardini, la pianta di origine tropicale si adatta facilmente al terreno e, con alcune attenzioni, riesce a dare velocemente ottimi risultati. Lo zenzero, noto come Zingiber officinale fu scoperto nel 1807 e appartiene alla famiglia delle Zingiberaceae (tra queste, c'è anche il cardamomo): una famiglia di spezie e di fiori dall'elegante profumo, che si usano anche a scopo alimentare (il pan di zenzero, per esempio). Ecco cosa fare per coltivare lo zenzero sia in vaso che in orto. Coltivare zenzero in vaso Lo zenzero cresce…

Score

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Guarda Anche

concimazione piante

Concimazione piante

La concimazione delle piante è sempre un punto dolente per tutte le persone che si ...