Lavori in giardino e Orto Dicembre: semina, Trapianto e Raccolta

Natale è sinonimo di dicembre e guai a negarlo. Non c’è niente di più simbiotico se non il natale e la neve, forse, ma comunque tutto ha un comune denominatore: il freddo.

Basta un calorifero e passa la paura ma come si risolve quando c’è uno spazio esterno da curare? Cappello, sciarpa e via si comincia con i lavori in giardino a dicembre. 

Non c’è freddo o intemperie che tengano, per avere uno spazio esterno che sia vivibile e perfettamente in salute c’è bisogno di amore, volontà e immancabile forza lavoro.

Lavori in giardino a Dicembre

Durante il periodo invernale la natura è a riposo e, proprio per questo motivo, si può approfittare per fare dei lavori di giardinaggio essenziali per il benessere delle piante ma che, in generale, non le riguardano da vicino:

  • piantare nuovi alberi da frutto;
  • evitare di potare le piante per evitare che le gelate rovinino i rami;
  • spargere del letame maturo intorno alle piante da frutto già a dimora, non toccando il tronco;
  • vangare, se possibile;
  • trattare con fungicidi tutti i frutti del giardino (indispensabile su albicocchi, susini, peschi e ciliegi)
  • se non lo abbiamo già fatto, ripariamo dal gelo le piante più delicate mediante la pacciamatura, distribuendo sul terreno, alla base degli arbusti, un leggero strato di paglia, torba o foglie secche (ad esempio foglie di faggio o paglia. Per le acidofile, invece, si consigliano gli aghi di pino o di torba);
  • diminuire le annaffiature;
  • interrompere le concimazioni
  • il prato è a completo riposo, evitiamo di calpestarlo quando è gelato;
  • rastrellare tutte le foglie secche per evitare che, marcendo, provochino muffe o funghi;
  • effettuare lavori di  preparazione del terreno;
  • potare piante rampicanti;
  • effettuare una leggera potatura delle rose che sviluppano dei cinorrodi nella parte superiore per evitare che, maturando, indeboliscano le piante e per limitare i danni in caso di forte vento;
  • effettuare manutenzione degli attrezzi da giardinaggio;
  • approfittare per effettuare piccole e/o grandi riparazioni di muri e steccati se danneggiati o bisognosi di manodopera;
  • spargere delle trappole o del composto a base di cenere per tenere lontano lumache e i lumaconi che arrecano danni notevoli ai fiori e alle foglie.

Cosa seminare a dicembre

Ecco di seguito cosa è possibile seminare durante i lavori in orto a dicembre:

  • Aglio
  • Asparagi
  • Carote
  • Cicoria
  • Cipolle
  • Fave
  • Lattuga da taglio
  • Melanzane
  • Piselli
  • Prezzemolo
  • Radicchio da taglio
  • Rape
  • Ravanelli
  • Scalogno
  • Spinaci

Consigli per la semina

Nei mesi invernali è consigliabile effettuare delle semine in semenzaio, in cassoni o in tunnel di protezione, in modo che le sementi possano svilupparsi in uno stato di protezione dal gelo. Per creare il semenzaio sono ideali contenitori di recupero, anche in plastica, da bucherellare sul fondo. La semina protetta nelle zone più fredde è consigliata soprattutto per ravanelli, melanzane e cicoria, lattuga e radicchio da taglio.

La semina in piena terra è consigliabile soprattutto nelle regioni dal clima più mite, in quanto le gelate possono rovinare i giovani germogli.

A dicembre è tempo di preparare il terreno per le semine future e scegliere le varietà per la semina, in modo da potersi garantire un buon raccolto successivamente.

 

Raccolta di dicembre

ll raccolto di dicembre è sempre una incognita perchè dipende, come tutti i mesi invernali, dalla comparsa o meno di gelate e dalla loro frequenza. Un ortaggio particolarmente resistente al freddo è il cavolo nero toscano, poi ci sono cachi, agrumi (mandarini, mandaranci, arance, pompelmi), kiwi e olive. L’orto di dicembre potrà offrirvi, tra l’altro: bietole, broccoli, carciofi, carote, cavolfiori, cavolini di Bruxelles, cicoria, finocchi, indivia, scarola, scorzabianca, scorzanera, spinaci invernali.

 

Cosa piantare a dicembre: il giardino ornamentale

Le prime gelate invernali si fanno sentire sempre più spesso nel mese di dicembre, soprattutto nelle zone settentrionali del nostro paese. Per questo motivo è doveroso proteggere le nostre piante ed evitare che muoiano a causa del troppo freddo.

Durante i lavori in giardino a dicembre è bene ricordarsi che è possibile piantare:

  • arbusti da fiore in zolla o in vaso;
  • bulbose a fioritura primaverile (crocus, allium, tulipani, ecc…);
  • viole (non temono il gelo e fioriscono durante tutto l’inverno);
  • erica;
  • mettere a dimora piante con bacche come il symphoricarpos o gaultheria;
  • il periodo è ancora buono per mettere a dimora i rosai;

 

Cosa trapiantare 

A dicembre può essere effettuato il trapianto di alberi e di arbusti e, per quanto riguarda l’orto, ci si potrà occupare di trapiantare i bulbilli di aglio e di cipolla, lo scalogno e gli asparagi. E’ inoltre possibile eseguire il trapianto dei carciofi scegliendo cassoni o aiuole riparate nelle zone dove l’inverno non è per niente mite.

Lavori nell’orto a dicembre seguendo il calendario lunare

La luna, bella e fascinosa che ci guarda da lassù, non dimentichiamo di consultarla per capire quando effettuare i nostri lavori nell’orto e in giardino a dicembre.

SEMINA E RACCOLTA SECONDO LE FASI LUNARI

Luna crescente: la si riconosce per la “gobba a ponente”, si consiglia di effettuare la semina dei ravanelli, che può essere eseguita direttamente in piena terra se il clima non è troppo rigido, altrimenti si dovrà optare per una semina protetta.

Luna calante: quando la luna è calante, gobba a levante, si consiglia di seminare spinaci, valerianella, lattughino da taglio, radicchio da taglio, oltre che di eseguire i lavori necessari per preparare il terreno per ciò che verrà seminato in primavera, iniziando a pensare alla concimazione se non vi sono già state delle gelate. Il trapianto dei carciofi dovrebbe essere effettuato in luna calante.

Luna piena: con la luna piena si raccolgono le erbe officinali e aromatiche per l’essiccazione, come la salvia e il rosmarino, il timo, l’origano e l’alloro, inoltre, si consiglia la semina dei piselli all’aria aperta. I ravanelli possono essere seminati sia con la luna crescente che con la luna piena.

 

 

CURIOSITA’

Dicembre è il mese che ospita la “festa per eccellenza”, il Natale. A questo proposito non sarà difficile immaginare come a farla da padrona nel nostro giardino dovrebbe essere proprio lei la, ormai famosa, stella di Natale, sempre e comunque con le giuste accortezze perchè, come scopriremo, non è una pianta che ama il rigido freddo invernale.

Dalla storia antica, l’origine della stella di Natale viene attribuita da una leggenda atzeca alle gocce di sangue del cuore infranto di una dea innamorata. Da questa pianta veniva estratto, inoltre, del pigmento rosso per tingere tessuti e colorare cosmetici mentre la sua linfa lattiginosa era utilizzata dai guaritori come antipiretico. La stella di Natale cresce rigogliosa tra i 15 e i 22 gradi, non ama le temperature molto fredde, gli sbalzi termici e le correnti d’aria, soffre l’abbondanza d’acqua e l’esposizione diretta al sole. Si consiglia di custodirla al riparo dal gelo, magari in vaso e di non acquistarla se esposta all’esterno nei negozi, potrebbe aver subito dei danni irreparabili.

I lavori in giardino a dicembre, come abbiamo visto, sono fondamentali per garantire al nostro spazio verde una vita rigogliosa per tutto l’anno sempre nel massimo rispetto di ciò che la natura stessa ci suggerisce.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, inclusi eventuali cookie di profilazione di terze parti per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi