Come potare le rose

Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, la rosa comprende varie specie in Europa e Asia. In Italia, le specie più comuni sono la rosa canina, la rosa gallica e la rosa sempervirens.

La potatura delle rose ha la funzione di mantenere in salute la pianta donandole vigore e una rigogliosa fioritura.

 

come potare le rose

Alcune semplici regole per potare la rosa in modo corretto ed efficace

Poiché la rosa fiorisce soltanto sui rami nuovi, osservando l’arbusto, si andranno a tagliare i rami vecchi al fine di favorire la produzione di nuovi e vigorosi germogli. Oggi infatti vedremo come potare le rose.

Bestseller No. 1
9 colori 450 semi di rosa (50 semi di...
  • Ci vuole di solito circa 1-4 settimane di tempo...
  • Tipo dell'unità: lotto (450 parti / lotto) Peso...
  • Marca: Hua Xian zi Tipo di prodotto: Bonsai Uso:...
  • Coltivare Difficoltà Grado: Molto Easy
Bestseller No. 2
Jiacheng29, confezione da 50 semi di...
  • 1 confezione da 50 semi di una rara rosa nera...
  • Facile da coltivare, specie unica e bellissima.
  • Colore dei fiori: neri, bordo rosso.
  • Caratteristiche: semi di fiori, facili da...
  • Adatto per il giardinaggio in balcone e dentro...
Bestseller No. 3
(QUESTO ORDINE INCLUDE 9 CONFEZIONI ogni...
  • Ci vuole di solito circa 1-4 settimane di tempo...
  • Tipo dell'unità: lotto (9 parti / lotto) Peso del...
  • Marca: Grow Away prodotto: Bonsai Varietà: Rosa
  • Usa: piante Stile: Classificazione perenne:...

I rami più deboli vanno potati in maniera più decisa, alla base, così come i rami che si incrociano tra loro, al fine di favorire l’armonia della pianta.

Nella potatura delle rose a cespuglio, dopo aver agito sull’arbusto ci si dedica ai rami, accorciandoli e lasciando tre gemme per ogni rametto.

Il taglio va effettuato al di sopra di una gemma posizionata verso l’esterno del ramo, così da favorire lo sviluppo di rose a coppa e scongiurando l’insorgere di ramificazioni intrecciate.

I rami più piccoli vanno potati bassi lasciando su di essi una sola gemma.Subito dopo la fioritura si devono tagliare i rami che hanno prodotto rose l’anno precedente.

Le rose sfiorite vanno eliminate tagliando all’altezza di tre o quattro foglie sotto il fiore. Dopo aver eliminato i fiori appassiti è consigliabile accorciare anche gli altri rami.

Per quanto riguarda le piante giovani, vige una regola generale: le rose piantate in primavera si potano al momento della messa a dimora mentre le rose piantate in inverno si potano all’inizio della primavera.

Così come per molte altre piante, anche per la rosa, valgono quelle che sono da considerarsi come le regole generali per una corretta potatura: il taglio deve essere netto e senza stralci o sbavature.Deve essere effettuato alla base del ramo o, nel caso lo si voglia soltanto accorciare, appena al di sopra di una gemma.

Nella potatura di rose rampicanti, si devono mantenere i rami più lunghi andando invece a togliere i rami secchi o rovinati. In questo caso, bisogna contare sei gemme per ogni ramo.

Poiché le rose rampicanti hanno steli più molli rispetto alle rose a cespuglio, è necessario creare un sostegno per i rami come ad esempio un pergolato, un paletto, un muro o una recinzione fornendo loro la possibilità di un più agevole sviluppo.

Le rose in miniatura o rose nane non dovrebbero essere potate, fatta eccezione per la rimozione di qualche ramo danneggiato o qualche taglio al fine di modellare la pianta.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come potare le rose e quando

La potatura principale avviene nel periodo invernale, alla comparsa delle prime gemme, orientativamente tra gennaio e febbraio. Ciò vale per le zone caratterizzate da un clima mite. In zone soggette a gelate invernali, invece, la potatura va effettuata ad inizio primavera.

La potatura estiva consiste nell’andare ad eliminare i rami con fiori secchi o appassiti.

Cosa serve per potare le rose

    • Per la potatura delle rose è necessario fornirsi di cesoie con lame ben affilate e disinfettate.
    • E’ bene disinfettare le lame al termine della potatura di ogni singola pianta, per evitare il rischio di poter trasportare eventuali malattie da una pianta all’altra.
    • Non dimenticare di coprire sempre il taglio con del mastice per potature.

Queste sono alcune semplici regole per prendersi cura delle rose del proprio giardino. Spero ti siano state utili.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy, inclusi eventuali cookie di profilazione di terze parti per inviare messaggi pubblicitari mirati. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi